AREA DEDICATA ALLE SOCIE
ISCRIVITI O RINNOVA L’ISCRIZIONE

APPUNTAMENTI

Mag
8
mar
2018
Accademie della maestria femminile: Le Donne Pensano | Genealogie @ Galleria Nazionale d'Arte Moderna
Mag 8@10:00–Giu 12@10:00
Accademie della maestria femminile: Le Donne Pensano | Genealogie @ Galleria Nazionale d'Arte Moderna | Roma | Lazio | Italia

È al via la terza delle Accademie della Maestria femminile alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma:

martedì 8, 15, 29 maggio
martedì 5, 12 giugno
ore 10.00 – 12.00

Sala Via Gramsci
via Gramsci, 69
Ingresso disabili via Gramsci, 71

Sono in programma i nuovi appuntamenti delle Accademie della Maestria femminile, un progetto della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e della Fondazione Scuola Alta Formazione Donne di Governo, in collaborazione con Aspasia di Mileto Associazione per la Consulenza Filosofica di Trasformazione.

Le prime due Accademie, Della Sessualità e del Discorso Amoroso e Delle Arti, attivate presso la Galleria Nazionale tra marzo e aprile, sono state accolte con grande curiosità ed interesse da parte delle numerose persone che hanno partecipato a questi appuntamenti, non solo di formazione ma anche di vero e proprio dialogo. Il progetto prosegue con l’avvio dell’Accademia Le Donne Pensano | Genealogie condotta da Annarosa Buttarelli, che si realizzerà nei mesi di maggio e di giugno attraverso cinque incontri, previsti nei giorni 8, 15, 29 maggio e 5, 12 giugno, dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
L’Accademia si propone di tracciare un itinerario teorico del “sapere conosciuto e sperimentato”, tramite pratiche di lettura e trasmissione di esperienze e presenze di donne nella letteratura, nella filosofia e nella storia.
Un itinerario che si declina seguendo due prospettive. Da un lato, c’è il desiderio di rintracciare le genealogie di pensiero in autrici per vedere l’impegno teorico, esperienziale e le chiavi di lettura differenti che hanno profuso nel tempo storico. Dall’altro si tratta di comprendere, con attenzione, come questo pensiero possa essere vitale nei contesti in cui viviamo e operiamo oggi.

Gli incontri affronteranno i seguenti argomenti:

• Diotima di Manintea, Assiotea di Fliunte, Ipazia di Alessandria: l’amore e la convivenza iniziano un lungo percorso
• Da Ildegarda di Bingen a Anna Maria Ortese: pensare cosmologicamente
• Da Margherita Porete e le beghine a Maria Zambrano: mistica come amore per il mondo
• Da Elisabetta del Palatinato a Edith Stein: il “sentire è la radice del pensare”
• Madame de Rambouillet e le Preziose: conversare per governare

È molto gradita la prenotazione per Le Donne Pensano | Genealogie, contattando direttamente i riferimenti delle Accademie della Maestria femminile all’indirizzo accademie.maestria@gmail.com.

Gli incontri sono gratuiti e aperti a chiunque, a partire dai 14 anni.

Anticipiamo che nel mese di maggio sarà attivata anche l’Accademia Del Prendersi Cura, condotta da Letizia Paolozzi (nei giorni 14 maggio, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 e 15 maggio dalle ore 15.00 alle 17.00).

Annarosa Buttarelli è filosofa, autrice di numerosi saggi e componente della comunità filosofica Diotima. È ideatrice e coordinatrice del progetto delle Accademie della Maestria femminile.

 

IN EVIDENZA

SEGNALIAMO


PUBBLICAZIONI e ATTIVITÀ

ALTRE MODERNITÀ

  • http://www.societadelleletterate.it/wp-content/uploads/2014/01/altre_modernita-213x120.jpg

    La SIL per Altre Modernità

    NEL NUOVO NUMERO – (Dis)integrazioni n. 17 del 2017
    Autrici: Antonietta Buonauro, Rachele Muzio
    Scritture in transito tra cinema, pubblicità e letteratura (Rilettura di Cartografie dell’immaginario, a cura di Patrizia Calefato) e La guardiana delle sopravvivenze (Rilettura di Scritture del corpo. Hélène Cixous. Variazioni su un tema, a cura di Paola Bono)

LIBRI DELLA SIL

  • http://www.societadelleletterate.it/wp-content/uploads/2017/03/hh-213x120.jpg

    Le personagge a Firenze ospiti del Giardino dei Ciliegi e dell’Università

    Due nuovi appuntamenti per L’invenzione delle personagge, il libro della SIL a cura di Roberta Mazzanti, Silvia Neonato, Bia Sarasini.
    giovedì 6 aprile, alle 17.30, al Giardino dei Ciliegi, in via dell’Agnolo 5, a Firenze
    venerdì 7 aprile, dalle 9 alle 11, all’Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali Aula 4 in via Laura, 48 a Firenze

COLLANA MNEMOSINE

  • http://www.societadelleletterate.it/wp-content/uploads/2017/07/immagine-213x120.png

    S/oggetti immaginari. Letterature comparate al femminile

    Pubblicata la nuova edizione digitale di S/oggetti immaginari. Letterature comparate al femminile, a cura di Liana Borghi e Rita Svandrlik Collana SIL Mnemosine della Società Italiana delle Letterate Edizione Ebook @ Women
    Per la prima volta in Europa nel 1995 un gruppo di studiose di varia provenienza sia geografica che disciplinare si interrogò sulla comparatistica al femminile: da quella interrogazione ebbe poi origine questo volume e sempre nel 1996 la Società Italiana delle Letterate

     

ATTIVITÀ

  • http://www.societadelleletterate.it/wp-content/uploads/2016/08/sil_attivita-213x120.jpg

    Convegni, Seminari, Corsi

    La SIL fin dalla sua nascita si è impegnata nella valorizzazione e diffusione della scrittura delle donne. I temi proposti hanno valorizzato la congiunzione di letteratura e politica, valutato se e come la letteratura possa contribuire al costituirsi delle donne come soggetti politici, convertirsi da “torre d’avorio” a spazio sociale significativo, produttore di interpretazioni e pratiche che facciano presa sul mondo e possano modificarlo.

LETTERATEMAGAZINE: RIVISTA ONLINE DELLA SIL


Scritture, politiche, culture delle donne. E non solo. Alla ricerca di parole, linguaggi, narrazioni che interpretino e raccontino cambiamenti e spostamenti in corso. Nello scambio tra lettrici, autrici e autori – e personagge.

+ ARCHIVIO FINO AL 2016  + NUOVO SITO LETTERATEMAGAZINE

       

      MAPPA DEL SITO

      Foto di Francesca Tilio

      Francesca nasce a Jesi nel 1975. Scopre il fascino della recitazione da adolescente e si dedica al teatro per anni come attrice, fino all’esperienza come autrice e regista dello spettacolo multimediale “About Tom Waits” del 2007. Da quel momento la suggestione della rappresentazione teatrale per immagini la conduce all’incontro con la fotografia. La macchina fotografica diviene così il mezzo per nuove possibilità artistico-espressive che Francesca rivolge all’indagine dell’animo femminile e che affronta coniugando la sua esperienza teatrale e la sensibilità formale sviluppata come graphic designer (dopo aver frequentato il Centro Sperimentale di Design di Ancona, lavora nel mondo della comunicazione dal 1997). A partire dal 2008 i suoi lavori iniziano a essere esposti in mostre e pubblicati nel web e in televisione. Dopo l’esordio all’Exhibition Art Gallery di Fano con la mostra personale “delle mie brame” nel 2008, si fa notare con le foto della serie “Bambole Urbane” che viene anche pubblicata nella sezione dedicata all’arte di Repubblica on line. Nel 2009 espone alla Viewfinder Photo Gallery di Londra con la mostra personale “Les Bonnes” (serie ispirata all’omonima opera teatrale di Genet). Nel novembre 2010 una giuria prestigiosa la decreta vincitrice del premio Camera d’Oro a Lens Based Art Show di Torino con il progetto di autoritratti “ME²” e la performance con parrucche per sole donne. Nel 2012, con la danzatrice Francesca Gironi, dà vita alle performance “The girl is missing // I don’t know who I am” e “Love Talk“ che esibiscono in rassegne e festival nazionali. Nel 2013 collabora con l’AMAT per Transparent Boundaries, progetto culturale internazionale all’interno della quale ritrae, in una visione tutta personale, gli anziani in balera. Holiday viene selezionato per la terza edizione della vetrina nazionale Marche Centro d’Arte Contemporanea a San Benedetto del Tronto. Al Si Fest Off 2013 debutta con il Pink Project, il suo lavoro più personale. Ne parlano le grandi testate italiane. Pink Project sostiene la campagna nastro rosa della LILT 2014 (lega Italiana Lotta ai Tumori) ed è mostra itinerante per la raccolta fondi a favore della lotta al cancro al seno. Nel 2015 esce il suo primo libro per Habanero edizioni, Le femmine sono numeri dispari, 9 racconti x 9 pezzi musicali x 9 fotografie scattate da lei. Cura sceneggiatura, soggetto e scenografia del videoclip Disaffection degli Interiors, finalista al Cortinametraggio 2017.

      + VAI AL SITO

      TWITTER

      PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥