Le agende SIL: 2011 ‘Le donne e il cibo’

Agende sil 2011

A partire dal 2008 una delle attività della SIL – la pubblicazione dell’agenda annuale a cura di Monica Luongo – è diventata un appuntamento atteso dalle socie e non solo: dopo ‘donne e multiculturalità’ e ‘donne e lavoro’, il tema scelto quest’anno è ‘donne e cibo’. Il formato è comodo e maneggevole per essere infilato in borsette e zaini e le quattro copertine sono dedicate ai quattro elementi – terra, acqua, aria, fuoco – così che ciascuna possa sceglierla in relazione al proprio segno zodiacale oppure seguendo il criterio degli elementi della medicina orientale.

All’interno ci sono più di 260 pagine ricche di utilità, come il calendario mestruale, e naturalmente, delle chicche letterarie scelte più i brani forniti da Daniela Finocchi che da anni organizza il Concorso Nazionale di Scrittura Lingua Madre per migranti che scrivono in italiano.
Ad ottobre 2010 la rivista Leggendaria lancia la nuova agenda con un inserto dedicato proprio a ‘donne e cibo’.

Lingua Madre e la SIL al Salone del Libro di Torino 2011
Agenda 2011 ‘Le donne e il cibo’
Nel divario incolmabile tra ricchezza e povertà del pianeta il cibo riveste un ruolo fondamentale, economico, sociale e fortemente simbolico. L’accesso ai prodotti della terra, i conflitti, la guerra senza esclusione di colpi tra le multinazionali del cibo, passano attraverso molte bocche vuote e ancora troppe poche bocche piene.
Alla gestione quotidiana del cibo da quando è nata l’umanità pensano le donne: organizzazione delle cucine, letteratura delle madie, poesia dei fornelli o canto tragico quando i sacchi di sementi sono vuoti, a loro va la responsabilità di partorire e nutrire, coltivare la terra per l’autosostentamento e per il piccolo commercio. A loro, quando vivono nelle grandi e piccole città della globalizzazione, il quotidiano esercizio del risparmio senza il detrimento della qualità, il carico della spesa, l’impegno (o l’esercizio di stile) dei menu settimanali, la merenda dei figli, il pasto delle e dei conviventi.
Il cibo passa per il corpo e lo trasforma, proprio come il corpo delle donne si trasforma quando si riproduce. Il cibo è l’arma potente della memoria e dei vincoli con il proprio paese (lo raccontano le donne che si sono cimentate nelle narrazioni che Daniela Finocchi e le amiche del Concorso Letterario Lingua Madre hanno selezionato e messo a disposizione per le amiche di questa Agenda); mangiare non è solo un automatismo, quanto piuttosto la corona di un rosario fatto di grani e lunga secoli: fuoco, foglie, animali, frutti, natura, tecnologia, tradizioni, opulenza, povertà, pagine memorabili di letteratura.
Per questo e per molti altri motivi abbiamo dedicato a donne e cibo l’Agenda 2011 della SIL e mai come questa volta scegliere le frasi di scrittrici famose che accompagneranno le vostre settimane è stato tanto faticoso da renderci impietose. Perché si parla di cibo quando esso c’è e quando non c’è, a torto o a ragione, per pagine sublimi di poesia o per bassi scopi utilitaristici che obbediscono solo alle tasche di pochi.
Ma se ne parla sempre, anche se non sempre nella direzione che vorremmo ovvero quando si tratta di fare qualcosa per garantirlo a tutti.

Monica Luongo

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥

The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.

Ultimi post di SIL - SOCIETÀ DELLE LETTERATE (vedi tutti)

Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento