Il Sogno di Rosa. Atto (unico) d'amore per Rosa Luxemburg

Il Sogno di Rosa

atto (unico) d’amore per Rosa Luxemburg

Debutto romano alla III edizione di ‘Sguardi S-velati: punti di vista al femminile’

venerdì 18 e sabato 19 gennaio 2013 ore 21.00

domenica 20 gennaio 2013 ore18.00

Teatro Due Roma teatro stabile d’essai | Vicolo dei Due Macelli 37 | 06 6788250 | teatrodueroma@libero.it

Esclusivamente per le nostre socie la possibilità di usufruire di una promozione speciale: per ogni biglietto intero da 12€ si avrà diritto ad un ridotto speciale a 2€!

Il Sogno di Rosa, atto (unico) d’amore per Rosa Luxemburg, messo in scena da Ursa Maior Teatro – compagnia bolognese under 35 per la regia di Irene Ros, debutta al Teatro Due Roma teatro stabile d’essai dal 18 al 20 gennaio 2013. Sul palco in veste di protagonista Sara Brugnolo che torna a Roma, ancora una volta diretta dalla Ros, dopo aver ottenuto nel luglio 2012 una menzione speciale al Concorso di Corti Teatrali del Teatro Lo Spazio con il corto teatrale dadaista “Ready to tale Fairy made”.

Il Sogno di Rosa, dopo lunga gestazione, ha esordito il 16 giugno 2011 nell’Aula Magna di Santa Cristina a Bologna, col Patrocinio della Rosa Luxemburg Foundation di Berlino e del Centro delle Donne di Bologna.
Seconda tappa di un progetto di teatro biografico al femminile (la prima Marie Curie, in scena dal 2005) Il Sogno di Rosa è una missione, è il punto di giuntura tra l’impegno sociale e politico e la vocazione al teatro della regista, convinta che la denuncia più costruttiva che si possa attuare in questo momento storico sia l’esempio positivo di chi utilizzava la politica per portare avanti degli ideali.
Lo spettacolo si muove su due binari paralleli: la vita di Rosa Luxemburg come eccezionale essere umano, per la sua capacità di amare ogni essere vivente e la storia, o meglio gli avvenimenti storici, in cui Rosa si inserisce. I brani interpretati da Sara Brugnolo attingono alla corrispondenza e agli scritti politici di Rosa Luxemburg e si rivelano tremendamente attuali.

Sogno in erba
Nell’estate del 2007 Irene Ros, regista di Ursa Maior Teatro, entrava in una libreria. Un raggio di sole illuminava un libro per ragazzi “La Rosa Rossa. Il sogno di Rosa Luxemburg” di Vanna Cercenà.
“Da questo libro un giorno farò uno spettacolo” disse lei, leggendo il quarto di copertina. Il libro stazionò per un anno e mezzo sul suo comodino (“Non leggerlo, potrebbe venirti una depressione post partum”, le aveva detto sua madre).
Nel dicembre del 2008, lontana dal post partum, si decise a leggere il libro. Appena terminato, fece uno scatto verso il computer e scrisse d’impulso una mail a Vanna Cercenà.
Da allora allestire questo spettacolo è diventata una missione alla quale hanno aderito Sara Brugnolo, attrice che interpreta Rosa, e Manuela Cuscini (interprete di Lina Luxemburg).
Nel maggio 2009 iniziano le prove de Il Sogno di Rosa e viene ritrovato a Berlino un cadavere compatibile con quello di Rosa Luxemburg, gettata in un fiume dalla milizia della controrivoluzione tedesca nel gennaio 1919: era arrivato il tempo per Rosa di tornare in scena.

Linguaggi e collaborazioni
Lo spettacolo utilizza diversi linguaggi figurativi – l’illustrazione, la video art, il teatro-danza – per
affascinare un pubblico dai 16 anni in su. Sulla scena soltanto Rosa e il personaggio muto della madre. Rosa rivive alcuni dei passaggi fondamentali della sua storia e della Storia, a farle compagnia sulla scena soltanto voci e proiezioni create a partire dalle illustrazioni di Emanuela Orciari (illustratrice PremioAndersen).

Ursa Maior Teatro
Dal 2002 Ursa Maior sperimenta. Intesse le maglie di un’estetica consolidata con la ricerca di nuovi linguaggi espressivi, sperimenta nuovi rapporti tra spazio e parola, tra parola e corpo. I progetti di Ursa Maior hanno visto coinvolti negli anni l’Agenzia Nazionale dell’Unione Europea, il Comitato delle Pari Opportunità dell’Università di Padova, la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Coop Adriatica, la Rosa Luxemburg Foundation di Berlino, il Centro delle Donne di Bologna, la Fiera del Libro per ragazzi di Bologna.

CONTATTI:

Elena Cardamone 349 4957818 – 346 3717786 elenac@umteatro.it | info@umteatro.it

La rassegna “Sguardi s-velati: punti di vista al femminile III Edizione è realizzata in collaborazione con A.T.C.L. (Associazione teatrale fra i comuni del Lazio) e Regione Lazio (Assessorato alla Cultura, Arte e Sport)

e con il patrocinio di
Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, MIBAC, Provincia di Roma, Roma Capitale, I Municipio, Biblioteche di Roma, Federculture, Casa Internazionale delle Donne, Accademia NAzionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico, Fondazione IntegrA/Azione, Cooperativa Sociale Abitus e ISSR (Istituto Statale Sordi di Roma)

Ufficio Stampa Teatro Due Roma:
Annalisa Siciliano: anniesiciliano@gmail.com +39 327/7849.167
Ambra Postiglione: ambra.ptg@libero.it +39 347/333.2059

Teatro Due Roma teatro stabile d’essai

Vicolo due Macelli, 37 (M Piazza di Spagna)
Tel. 06/6788.259 – fax 06/6793.349

uffstampa.teatrodueroma@gmail.com
teatrodueroma@virgilio.it
www.teatrodueroma.it

PASSAPAROLA: FacebooktwitterpinterestFacebooktwitterpinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.
Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.