News/1 Tanti libri per Lampedusa

Giusi Nicolini è la sindaca di Lampedusa e ha lanciato un appello che vogliamo raccogliere:

“Lampedusa non ha né una biblioteca né un negozio dove poter acquistare libri.
Voi ci vivreste mai in una città dove non è possibile comprare dei libri? Io non credo!
Quindi se in giro per casa avete libri (di qualsiasi genere!) che non leggete/avete già letto e di cui volete sbarazzarvi, aderite all’iniziativa: è semplicissimo!
Recuperate i vostri libri e spediteli al seguente indirizzo:
GIUSI NICOLINI
SINDACO Donazione dei libri per la prossima apertura della Biblioteca Ibby di Lampedusa VIA CAMERONI, 92010 LAMPEDUSA (AG)

 

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.

Ultimi post di SIL - SOCIETÀ DELLE LETTERATE (vedi tutti)

Categorie
38 Comments
  1. la iniziativa del sindaco è davvero encomiabile , una stella rara in questo tempo di ignoranza e di corruzione diffuse negli uomini delle istituzioni. Per me che scrivo è una gioia immensa sapere di poter offrire il mio lavoro ,dal momento che non posso offrire altro .grazie

  2. biasarasini@gmail.com

    Segnaliamo il servizio “Paccoweb” di Poste Italiane con ritiro a domicilio del pacco che non deve pesare più di 30kg e deve misurare complessivamente 150cm.
    Si tratta di un paccocelere che arriva a destinazione in 4 giorni lavorativi al costo di 11,50€

  3. Buona sera,
    come associazione a tutela dei minori, invieremo una serie di testi appunto per minori, di cui alcuni in lingua inglese e forse francese, per eventuali migranti o altro che disporrà il sindaco.

    Massimo Fanelli
    presidente

  4. Iniziativa encomiabile e geniale in tale contesto. La SINDACA di Lampedusa avrà’ il sostegno del nostro comitato piu’donnepiu’palermo. Sottolineo anche la necessità’ ,”politica”, dell’uso non sessista della lingua italiana in quanto riconoscimento e valorizzazione dell’operato della Sindaca Giusi Nicolini.Ambra Mangani

  5. Ho letto la lettera del sindaco di Lampedusa e mi è parsa una buona idea, e raccoglieremo i libri presso la biblioteca ” di vittorio” della cgil di bergamo. sempre che non arrivino libri distrutti o improponibili. i libri si possono portare alla biblioteca tutti i giorni (eventualmente si lasciano in portineria) dal lun al venerdì, fino al 10 agosto.

  6. Liv

    Ottima idea! La porta Dell Europa sul mar Mediterraneo, mare di civiltà millenarie e ponte tra culture, non puo’ non avere una biblioteca… Aiutiamo a realizzarla ! Anche chiedendo un numero su cui versare un euro con sms!

  7. Laura Matteocci

    Lei è una persona ammirevole, farò del mio meglio per farle giungere del materiale. A Lei porgo tutta la mia stima
    Laura

  8. Chiara

    Iniziativa impeccabile. E’ più che giusto, come si fa a non avere una biblio-libreria? Però spedirli non è semplicissimo. Ci si può impegnare e provare, comunque!

  9. Cara Giusi, consiglio di farti regalare, senza dispendio di carta, pacchi, ingobri, tutto l’occorrente per una biblioteca telematica, in regalo fatti mandare kindles che ti assicurano un supporto informatico al top, e pretendi di avere tutti il patrimonio librario esistente in una sola isola muticulturale. Potresti aranti re ai tuoi lettori tutto il pubblicato su supporto digitale, i kindles (amazon) avrebbero decine di migliaia di libri per ogni lingua, curiosità , letteratura, scienza, stria, etc.etc.
    Costa molto meno in termini di spazio utile, ed avresti veramente lo scibile dentro la Tua isola, capitale dell’occidente per quelle migliaia di visitatori x necessita’ …. Una Ellis Island del mediterraneo, della modernità , della integrazione.
    Prole parole …. Scusami, ma sono veramente affascinato della Tua esperienza e della Tua concreta utopia
    Auguri Corrado

  10. Cara Giusy, legambiente campania, in collaborazione con il nazionale ed il circolo di pontecagnano che la ospita, presso il magico parco-ecoarcheologico, ha realizzato la prima biblioteca all’aria aperta, per le bambine e i bambini, alla quale ha fatto alla quale hanno fatto seguito 60 librerie da spiaggia, in altrettante località della ns costa: potremmo mai restare insensibili al tuo appello (così simile a quello della Yourcenar)? Presto faremo la nostra bella spedizione. Un forte abbraccio. Michele B.

  11. Giada

    Bellissima iniziativa recupererò i libri più in buono stato e ne comprerò qualcuno nuovo. Dobbiamo permettere ai cittadini di Lampedusa di vivere più di una vita leggendo tanti libri

  12. Carmelina

    Stupenda iniziativa, io ho dei libri che voglio donarVi con tutto il cuore, ma per l’invio non ho la disponibilità economica perchè stiamo senza lavoro da un po. Ci sarà un altra modo per farVi arrivare i libri, forze avete un punto di raccolta nella zona di Pescara. La prego ci tengo a collaborare con questa iniziativa.

  13. Clarissa

    Bella iniziativa,io ho tanti libri di narrativa avuti in eredità da una zia professoressa ma anche scolastici di Italiano e storia possono servire?

  14. Totò Venezia

    brava Giusi, una donazione di libri che vale tanto per tutti gli abitanti e i migranti di lampedusa per scoprire anche il valore della lettura.

  15. Volentieri la nostra casa editrice partecipa all’iniziativa
    accompagnando l’invio dei libri con una benedizione particolare
    per il sindaco e per tutti gli abitanti di Lampedusa, residenti o di passaggio.
    don Giacomo

  16. Rosanna Marcodoppido

    Idea semplice ed efficace. Brava Sindaca! Noi dell’Udi Romana “La Goccia” invieremo con molto piacere i libri da noi prodotti sulla esperienza storica delle donne che continua ad essere penalizzata o cancellata dalla narrazione storica ufficiale. Eppure indica un altro modo di vivere le relazioni e la politica: un sapere indispensabile per tutte/i. Buon lavoro, sindaca coraggiosa

  17. giulietta ruggeri

    mi capita, un pò troppo spesso, di comprare lo stesso libro due volte….Bellissima occasione per rimediare…..Brave la sindaca e chi collabora

  18. silvia

    salve isola bella a me tanto cara sarà un onore x me mandaeti alcune copie del mio ultimo saggio stracci di pensieri.bravissima la sindaca.

  19. Iolanda olivini

    Ma x favore lo stato i soldi li tiene x i politici e noi dobbiamo pure pagare la spedizione! Mi faccia il piacere

  20. silvia

    Salve

    state ancora raccogliendo libri? Ma sapete dirmi se a Roma c’è un luogo dove si possono depositare ? Ne ho tanti e la spedizione è assai onerosa… Grazie e complimenti 🙂

    • biasarasini@gmail.com

      Questa è una iniziativa di Donne e informazione, mi sembra un’ottima occasione BS
      Donne e Informazione ha raccolto l’invito della sindaca di Lampedusa, Giusi Nicolini,che ha lanciato un appello per la costruzione di una biblioteca a Lampedusa (nell’isola non esiste neanche una libreria) perraccogliere e inviare i libri, e da appuntamento a Roma, a tutte le amiche e gli amici, per MARTEDI’ 17 SETTEMBRE alle ore 17 presso la sede dell’Ordine nazionale dei giornalisti (Via Parigi 11, quarto piano- zona Termini). Vi aspettiamo con i libri che hanno accompagnato giornate , riflessioni, conoscenza, vacanze e pensieri. Un grazie infinito all’Ordine dei giornalisti che sostiene con noi l’iniziativa e si occuperà della spedizione

  21. FaLvision Editore nella persona del suo direttore editoriale, Luciano M. Pegorari, loda l’iniziativa e risponde all’appello. Invieremo una copia di tutti i nostri titoli e non appena sarà operativa la Biblioteca depositeremo una copia di ogni nostra uscita, di qualunque argomento. W la cultura!

5 Pings & Trackbacks
  1. […] la domanda che si (ci) pone la sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini. E la risposta vale bene una spedizione. FacebookTwitterGoogle […]

  2. […] mai in una città dove non è possibile comprare dei libri?”) ha anche osato, semplicemente, chiederli: un libro come strumento di integrazione. Ecco, forse un vostro libro, che sia di Calvino o Pavese, […]

  3. […] e con esse un turismo di qualità e oggi come Sindaca promuove una raccolta di libri perché a Lampedusa manca anche una biblioteca. Questa Sindaca non solo interpella la politica ma prova a farne un’altra .Ma potremmo parlare […]

  4. […] e con esse un turismo di qualità e oggi come Sindaca promuove una raccolta di libri perché a Lampedusa manca anche una biblioteca. Questa Sindaca non solo interpella la politica ma prova a farne un’altra .Ma potremmo parlare […]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.