Un "angolo" tutto per Goliarda Sapienza

La manifestazione si svolge dall’8 luglio al 12 agosto, tutti i martedì alle 21.15 nel Cortile di Palazzo Ricci a Pesaro.

“L’angolo della poesia” giunge quest’anno alla sua quarta edizione. La manifestazione, che ha ricevuto un ampio successo di pubblico e di critica, ideata e progettata dall’autore e regista Giuseppe Saponara, è promossa dal Comune di Pesaro e dalla Provincia di Pesaro e Urbino in collaborazione con l’Università degli Studi Carlo Bo di Urbino e con l’Associazione Melampo Amici della poesia, partner Banca dell’Adriatico.

L’Angolo della poesia è un’alchimia di voci, musica, immagini televisive e cinematografiche arricchite da collegamenti via Skype e testimonianze dal vivo. L’edizione 2014 è intitolata Rumori o Voci. Alla riscoperta della poesia popolare italiana.

Sei serate per sei poeti dedicate a:

ROCCO SCOTELLARO introdotto da Mario Trufelli;

ANDREA ZANZOTTO introdotto da Silvio Castiglioni;

RAFFAELLO BALDINI introdotto da Lorenzo Scarponi,

GOLIARDA SAPIENZA introdotta da Pina Mandolfo;

DELIO TESSA presentato da Piero Marelli;

EDOARDO FIRPO introdotto da Luciano Rotella.

Un percorso attraverso la poesia popolare delle regioni italiane: dalla Lombardia alla Basilicata, dal Veneto alla Sicilia, dall’Emilia Romagna alla Liguria alla scoperta di alcuni dei più importanti poeti di questo secolo. L’invito ogni sera per il pubblico e i cittadini sarà quello di commentare e raccontare in diretta il loro rapporto con L’Angolo della Poesia anche sui social utilizzando l’hashtag #AngoloPoesiaPesaro. I commenti più belli saranno condivisi sulla pagina facebook ufficiale della manifestazione.

Goliarda 1

PASSAPAROLA: FacebooktwitterpinterestFacebooktwitterpinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.
Categorie