Terra e parole. Donne / scritture / paesaggi

a cura di Roberta Falcone e Serena Guarracino

Nel 2013 la Società Italiana delle Letterate ha scelto di svolgere il proprio convegno nazionale all’Aquila, insieme alle donne di TerreMutate e alle docenti dell’università aquilana. Ragionare sulle ferite di un territorio così duramente provato, intrecciando le parole della letteratura con quelle delle architette come delle urbaniste per elaborare strategie che permettano di pensare diversamente i territori che abitiamo: questo il centro della riflessione che allora ebbe luogo e che costituisce atto di ricostruzione di vita e di immaginario. Scrittrici, studiose, artiste ed attiviste si interrogano su come rielaborare un trauma e un lutto irreparabile come il terremoto e le morti che vi sono state, insieme a tante altre testimonianze e riflessioni che permettono di guardare al binomio Terra e parole come a un insieme capace di sviluppi ancora impensati, grazie alla riflessione che in questi anni ha avuto luogo nelle parole e pratiche politiche delle donne che a ciò si sono dedicate in luoghi diversi del mondo, ma accomunate dalla medesima, benefica, tensione a riscrivere paesaggi e territori del vivere.

-Per leggere la segnalazione di Laura Fortini, all’interno della recensione di Fabrizia Ramondino pubblicata su alfabeta clicca qui

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.
Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento