Newsletter n° 9 / 2018

Care socie,

vi diamo brevemente notizia delle prossime iniziative SIL per il mese di novembre.

A Torino, il prossimo 9 novembre, alle ore 18.00, presso il Circolo dei Lettori, Via Bogino 9, si terrà la prima presentazione della nuova antologia di testi selezionati dal Concorso LINGUA MADRE DUEMILADICIOTTO

Interverranno Antonella Parigi, Cinzia Pecchio, Filippo Maggia, Nunzia Scarlato, Eleonora Diana, Alice Drago, Giulietta Vacis. Introduce la curatrice e ideatrice del progetto, Daniela Finocchi.

http://concorsolinguamadre.it/

A Firenze, sabato 10 novembre, ore 15.19, presso il Giardino dei Ciliegi, via dell’Agnolo, 5, si terrà il seminario “per Paola Di Cori (1946-2017)” con l’intervento di Arianna Di Cori, Liliana Ellena, Susanna Magnelli, Clotilde Pontecorvo, Marco Pustianaz, Anna Scattigno, in collaborazione con la Società Italiana delle Storiche.

Sempre al Giardino dei Ciliegi, il 24 novembre, in collaborazione con la Libera Università Ipazia, si terrà l’incontro “La casa, un diritto umano”. Interverranno Valerio Barberis, Laura Grandi, Enrico Puccini, Chiara Rizzica, Giancarlo Storto, Alberto Ziparo.

In dicembre, dal 7 al 9, il Giardino dei Ciliegi ospiterà anche l’importante convegno “DE/CLINARE, percorsi di sottrazione nelle narrazioni di movimenti, pratiche, corpi”:

”Siamo state catturate dal passaggio dal post-colonialismo al de-coloniale, teorizzato e praticato al fine di de-colonizzazione i saperi e l’immaginario per sottrarli al predatorio dominio capitalistico. Nei contesti più vari esistono pratiche di resistenza femminista e dis-apprendimento della visione capitalista e coloniale, che possono contribuire a una lettura critica delle categorie con cui analizziamo la contemporaneità. Per esempio, il femminismo de(s)coloniale, afferma Marìa Lugones, considera il genere una imposizione coloniale che ha assistito la de-umanizzazione dei corpi dei popoli colonizzati nelle Americhe fin dall’arrivo di Colombo.

Per il metodo, siamo tornate a José Esteban Muñoz, per le sue idee sul dis-identificarsi, come negoziare dei discorsi che ci interpellano a identificarci, come lavorare su, con e contro i processi culturali, praticando inserzioni sovversive, contestando bianchezza, eteronormatività, razzismi e misoginia, creando un contro-pubblico”.

Per informazioni su partecipazione e/o proposte, scrivere a:

Clotilde Barbarulli: barbarullim@gmail.com

Liana Borghi: liborg@cosmos.it

A Cagliari, il 23 novembre, presso il Centro d’arte e cultura Il Ghetto, Via Santa Croce 18, per il Festival Pazza Idea, si terrà l’incontro “Dare voce”. Interverranno Marcela Luque, autrice CLM, e Luisa Ricaldone.

Uscirà a breve un nuovo numero di Leggendaria tutto dedicato alla figura e al pensiero di Bia Sarasini che, come saprete, ci ha da poco dolorosamente lasciato. I suoi articoli, i suoi saggi di critica femminista, la sua presenza nei luoghi e nei momenti più vitali o critici della nostra storia di donne rimarranno per noi un punto di riferimento, così come lo è il LetterateMagazine. Scritture, politiche, culture, da lei ideato e diretto assieme a Silvia Neonato, che ora ne riceve e prosegue la lezione, divenendo la nuova direttrice. Proprio in questo momento di difficoltà, LetterateMagazine vuole far sentire più forte la sua tenuta, per garantire a tutte le lettrici e alle socie SIL una presenza costante (due numeri al mese) e attenta al nuovo, grazie all’impegno e alla cura della redazione, aperta anche a nuove collaborazioni, proprio per non disperdere il patrimonio di saperi, energie e conoscenze acquisito nel tempo. Scoprite ad ogni numero le novità proposte da lettrici attente a lettrici altrettanto attente.

Appello iscrizioni!

Da alcuni mesi stiamo chiedendo a tutte le simpatizzanti, e alle socie che non abbiano ancora fatto, di iscriversi o regolarizzare la propria iscrizione alla SIL. La quota SIL ci consente infatti di poter supportare anche finanziariamente le iniziative promosse e sostenute delle socie stesse. Da un recente controllo non risultano versate le quote 2017 e 2018 di molte di voi, per cui chiederemmo a tutte di fare una verifica e versare almeno la quota dell’ultimo anno, il 2018.

Ciò ci consentirà di resistere nel tempo come associazione, e di continuare a sostenere le numerose iniziative delle socie, pagare rimborsi viaggio ed altro ancora. La SIL si autofinanzia, non riceve finanziamenti pubblici. Contribuisci dunque alla sua autonomia e durata.

Grazie per la collaborazione.

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.
Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.