Lettera di sostegno a Carola Rackete

Queste righe, sottoscritte dal direttivo della Società italiana delle Letterate, sono di solidarietà e ammirazione per il tuo coraggio, la tua perseveranza, il tuo dirigerti lucidamente alla meta seguendo, come Antigone, la legge superiore e altra rispetto alle leggi sempre più meschine e punitive con cui in questi ultimi tempi si sta (non) governando il nostro paese. Ci aspettavamo, purtroppo, la reazione violenta e aggressiva di rozzi scalmanati urlanti minacce di stupro nei tuoi confronti, dal momento che la rabbia che l’avere applicato la legge del mare (e la legge umana) ha suscitato nel ministro della propaganda, sdoganatore di manifestazioni infami e infamanti, è doppia: perché hai violato una sciagurata recentissima disposizione di legge e perché sei donna. E per di più “donna al comando” di una missione opposta rispetto al punto di vista dell’intolleranza del potere maschile e patriarcale: una miscela esplosiva. Quale di questi aspetti sia più grave agli occhi di chi dovrebbe tutelare l’ordine e viceversa fa guerra alle navi Ong al fine di accaparrarsi consensi e di coloro che lo seguono aizzando alla violenza, è difficile a dirsi.
Resta il fatto che, ancora una volta, l’obiettivo contro il quale ci si scaglia è il corpo di una donna. 

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.
Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.