Le scrittrici

  • Le parole pensate

    Grazia LiviGli scapoli di Londra di Grazia Livi

    Mi è stato chiesto di parlare del mio primo libro: nascita e pubblicazione. Ho avuto un moto di piacere. Non mi accade mai per gli altri libri. Semmai un piccolo sussulto, come di disorientamento, come di ansia. Chissà dov’è, chissà che impressione mi farà. O la puntura d’un fastidio: non fatemi tornare al passato!

  • Galeotto fu il libro

    Camilla Salvago RaggiLa notte dei mascheri di Camilla Salvago Raggi

    Il mio esordio narrativo come scrittrice – termine impegnativo! diciamo, come donna che scrive…- fu tardivo (avevo passato la trentina) però preceduto da un lungo, lunghissimo periodo di gestazione. 
    Infatti posso dire di aver sempre scritto.

  • L'extraterrestre sono io

    Clara SereniSigma Epsilon di Clara Sereni

    Il primo racconto lungo lo scrissi in solitudine pressoché assoluta. Pensando di essere molto innovativa, usando un linguaggio “da presa diretta” e altri trucchi che mi sembravano tanto innovativi ed erano, più che altro, molto sciatti.