ASSOCIAZIONE

Storia e struttura della SIL

*foto di Francesca Tilio

La Società delle Letterate ha la sua sede presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma. È stata fondata nel 1995 – e nello stesso anno presentata ufficialmente al Salone del Libro di Torino – per iniziativa di Liana Borghi e Annamaria Crispino, che hanno raccolto l’adesione di un gruppo di donne impegnate a vario titolo nella letteratura.

La SIL è costituita da scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate innanzi tutto lettrici.

La SIL produce, diffonde e trasmette i saperi femminili dei quali la letteratura – intesa appunto nel suo doppio senso di pratica di scrittura e di lettura – è strumento privilegiato ma non unico. E infatti anche altre forme del narrare ci interessano: quella teatrale, cinematografica, il lavoro poetico e la scrittura di testi multimediali, ogni forma di scrittura insomma di cui le donne sono protagoniste. Collabora con associazioni e riviste che in Italia o all’estero operano nello stesso ambito quali Leggendaria, Leggere Donna e Mezzocielo, Il Giardino dei Ciliegi oltre al LetterateMagazine. Inoltre organizza convegni, seminari ciclici e tematici, laboratori residenziali, corsi di formazione, gruppi di lavoro interdisciplinari e interculturali.

La SIL è diretta da un Consiglio di 7 socie eletto per la durata di due anni dall’assemblea delle Socie, seguendo le direttive delineate nello Statuto dell’associazione. Presidenti della SIL sono state finora: Paola Bono (anglista, Università di Roma III) dal 1996 al 1998; Anna Maria Crispino (giornalista, direttrice di Leggendaria) dal 1998 al 2000; Paola Zaccaria (americanista, Università degli studi di Bari) dal 2000 al 2002; Adriana Chemello (italianista, Università di Padova) dal 2003 al 2004; Rita Calabrese (Germanista, Università degli Studi di Palermo) dal 2005 al 2006; Monica Luongo (giornalista) dal 2006 al 2008; Bia Sarasini (giornalista) dal 2009 al 2011, Silvia Neonato (giornalista) dal 2012 al 2013, Giuliana Misserville dal 2014 al 2015 (bibliotecaria), Alessandra Pigliaru dal 2016 al 2017  (giornalista), Luisa Ricaldone (italianista) dal 2018 al 2019, Elvira Federici attualmente in carica.

REGOLAMENTO ELETTORALE

Regolamento elettorale – Società Italiana delle Letterate

Art.1 Convocazione Assemblea
La Presidente della SIL convoca l’assemblea Ordinaria (Art. 6 e 7 dello Statuto) che prevede il punto all’odg “Elezione e nomina del Consiglio Direttivo”.

Art.2 Eleggibilità. Candidature
Tutte le socie in regola con il pagamento delle quote per l’anno in corso possono candidarsi a fare parte del direttivo, salvo le restrizioni previste dallo statuto. Durante le quattro settimane precedenti l’assemblea, e fino a due settimane prima dell’assemblea stessa, le socie che intendono candidarsi inoltrano la propria autocandidatura corredandola con un breve profilo di presentazione (max 2000 battute). Le candidate dovranno indicare due socie che sostengono la propria candidatura. Ogni socia non può sostenere più di una candidata.
Tutta la procedura è segnalata in anticipo con una lettera circolare della Presidente. Le candidature vanno inviate a comunicazione@societadelleletterate.it, e vengono pubblicate nel sito due settimane prima dell’assemblea.
Non sono ammesse candidature nel corso dell’assemblea.

Art.3 Elezione del Consiglio Direttivo
La Presidente della SIL legge tutti i nomi delle candidate all’Assemblea. Propone una Commissione elettorale composta di tre socie (che non siano candidate). L’assemblea vota la C.E. per alzata di mano.
La Presidente affida la lista delle socie, le schede elettorali, e l’urna alla C.E. Comunica l’orario di inizio e fine delle votazioni.
Le socie si presentano alla Commissione Elettorale che verifica il nominativo dalla lista, quindi votano scrivendo nella scheda elettorale un massimo di sette nomi tra le candidature segnalate. Nel caso di votazione per delega, la socia delegata deve presentare alla C.E. la delega, e procedere allo stesso modo. È ammessa una sola delega per socia presente. Come è scritto nello Statuto, le componenti del Consiglio Direttivo in carica non possono avere deleghe.

Art.4 Nomina del Consiglio Direttivo
Terminate le operazioni di voto la Commissione Elettorale apre l’urna e fa lo spoglio. La Presidente uscente nomina le socie che risultano più votate come componenti del Consiglio Direttivo della Società Italiana delle Letterate per il biennio successivo. Il nuovo direttivo è operativo dal 1 gennaio successivo alla data delle elezioni.

SCRIVONO DI NOI

PASSAPAROLA: FacebooktwitterpinterestFacebooktwitterpinterest GRAZIE ♥
Work Categories