Leggere e scrivere per cambiare il mondo

Leggere e scrivere per cambiare il mondo. Donne, Letteratura e politica, a cura della Società italiana delle Letterate e del Centro Documentazione Donna di Ferrara (Luciana Tufani Editrice, 2004)

Atti del V Convegno SIL (Ferrara 2004)

Che cosa significa essere “letterate”, cosa comporta il saper leggere e scrivere e come può questo sapere diventare concreto sono le domande che hanno condotto la Società Italiana delle Letterate, insieme al Centro Documentazione Donna di Ferrara, a interrogare la letteratura, per verificare se e fino a che punto essa possa essere portatrice e operatrice di invenzioni, di pratiche di pace, di esercizi di trasformazione e di orientamento per costruire – mentre lo si immagina e lo si racconta – un mondo diverso.
Nella persuasione che la letteratura sia capace davvero – come dimostra Sharazade – di salvare una vita o di perderla, e che la forza straordinaria di cui è dotata si sprigioni dal suo non essere altra cosa dalla politica, questo libro desidera ripensare e rilanciare con forza l’insegnamento delle scrittrici – da Virginia Woolf a Audre Lorde, da Anna Maria Ortese ad Azar Nafisi a molte, molte altre – che la letteratura sia un modo forte di stare nel mondo, una grande lezione di democrazia, e una possibilità di affermare la vita anche contro la sua stessa precarietà.

Scarica qui il programma del convegno

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.
Categorie