Soggetti e oggetti dell'utopia: archivi dei sentimenti e culture pubbliche

Scarica il programma (fronteretro)

Organizzata dalla Rete toscana della Società Italiana delle Letterate, il Giardino dei Ciliegi in intesa con l’Università di Firenze e con il contributo del Consiglio della Regione Toscana, l’Associazione Centro Donna Evelina De Magistris con il patrocinio della Provincia e del Comune di Livorno, l’Associazione Casa della donna di Pisa, l’Associazione Open di Carrara, e con il patrocinio dell’Università di Sassari, questa scuola estiva raccoglie la tradizione interculturale del Laboratorio Raccontar/si (http//xoomer.virgilio.it/raccontarsi; http//interculturadigenere.eu), dove abbiamo visto il genere intrecciarsi con  classe, ‘razza’, sessualità, disabilità, religione, nazione, ideologia.

La scuola si apre a un nuovo progetto che continua a interrogare la memoria e l’iscrizione del sentire attraverso oggetti tangibili  e di conoscenza nel quotidiano, nella politica, nella letteratura, nell’arte (Taro, Modotti, Niki de Saint Phalle) e nelle culture pubbliche. La crisi del punto di vista, tipica dell’intercultura di genere intesa come molteplicità di approcci e visioni di resistenza,  permette  di ri-significare l’incontro con l’alterità. L’estraneità, intesa come visione alternativa del reale, diventa un oggetto diversamente declinato dalle studiose di cui parleremo  (Haraway, Barad, Braidotti, Sandoval, Putino e altre), e da scrittrici nostre ospiti quali Kuruvilla, Treder, Mujčić. Attraverso testi di prosa e poesia, immagini artistiche e rappresentazioni mediatiche, emergeranno oggetti e soggetti legati all’utopia: utopie dei femminismi tra resistenza e visionarietà; utopia del potere e potere dell’utopia.

Sabato 22

Domenica 23

Lunedì 24

Accoglienza

Ore 11

Presentazione delle organizzatrici della Rete e delle partecipanti

Introduzione alle giornate

Assegnazione dei compiti

 

Visioni im-materiali

Ore 9

Liana Borghi, Diffrazioni utopiche

Elena Bougleux, Materia e interferenza.

Appunti da una sovrapposizione incoerente di stati

Clotilde Barbarulli,  Tina Modotti: il sogno di una cosa

Ore 11,45 Discussione

 

 

Utopie della resistenza

Ore 9

 Racconti di vita

Anna Camaiti Hostert, L’intimità forzata

 

e di arte

Uta Treder      Gabriella Kuruvilla

Ore 11,45 Discussione

 

Ore 13 buffet

Ore 13 buffet

Ore 13 buffet

Ore 15

Paola Bora         Natur-cultura: perché non siamo mai stati moderni

Ore 16

Paola Zaccaria  Mappe per una poetica intermediale della cartografia

Ore 17,15

Giovanna Covi & Valentina Musmeci Famiglie monelle: condivisioni teorico-storiche per pratiche quotidiane dell’utopia

 

 Ore 15,45

Brunella Devoti            Il colore della speranza

Gruppi di lavoro

Ore 18,30

Restituzione dei gruppi e discussione

 Ore 16

Rossella Carbotti L’altra e l’altrove: metamorfosi queer nella fantascienza utopica

Alessia Acquistapace Sulle tracce dell’utopia fra gli scarti del reale

Rachele Borghi  Amore, genere e sessualità ai tempi del postporno

Ore 18,30

discussione

 

Ore 19

aperitivo sul mare

 

Ore 20 Cena

Ore 20 Cena

 

Ore 20 Cena

 

Ore 21,30 Video

 Dhé lell world. Cozze e lesbiche veraci, di Cristina Capone (2012, 10 min.)

e

Kiki Franceschi Frankenstein a Livorno

Ore 21,30 Video Lesbiana: a Parallel Revolution, di Myriam Fougére (2012)

 

Ore 21,30 Video

Libertarias (Vicente Aranda, 1996)

Martedì 25

Mercoledì 26

Giovedì 27

 

Rappresentazioni utopiche

Ore 9

Linda Bertelli Rappresentazioni

Letizia Del Bubba Gerda Taro: arte e rivoluzione

Marta Capuano      Niki de Saint Phalle

Ore 11,45 Discussione

 

 

 

 

Estraneità. 

La parola-oggetto

Ore 9

Paola Meneganti U-topie del presente e del futuro: Angela Putino e il pensiero guerriero

Gertrud Schneider   Das Andere  in Christa Wolf

Elvira Mujčić

Ore 11,45 Discussione

 

 

 

Oggetto rete

 

Ore 9

Renato Busarello Soggetto rete tra nuovi intrecci e fallimenti

Bia Sarasini                 In rete non si perde niente e nessun*. Riflessioni e proposte tra utopie, progetti, nodi e solida realtà

Ore 11,45

 Riflessioni delle organizzatrici in rete

Ore 13 buffet

Ore 13 buffet

Ore 13 buffet

partenza per

il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle

 Ore 16

Workshop con

Chiara De Marino, Retramatiação (Ritessiture): parola/corpo azione (dall’autonarrazione alla performance)

Ore 18,30  Restituzione e discussione

Ore 16

Restituzione delle partecipanti

Ore 20 Cena

Ore 20 Cena

 

Ore 20 Cena

Ore 21,30 Video

 Amica nostra Angela di Nadia Pizzuti (2012)

 

Ore 21,30 Video

L’associazione Evelina De Magistris (15 min.)

Rosanna Mazzi in concerto

‘… So different from this hell I’m living …’ Un viaggio

tra realtà, sogno e speranza

Ore 21,15

Giro in battello dei Fossi Medicei.

Letture a cura di Laura Cini

VENERDI’ 28 GIUGNO PARTENZA AL MATTINO

Partecipano

Alessia Acquistapace (Smaschieramenti)

Clotilde Barbarulli (Ass. Giardino dei Ciliegi)

Daniela Bertelli (Ass. Centrodonna Evelina De Magistris)

Linda Bertelli (IMT, Lucca)

Paola Bora (Univ. Pisa; Ass. Casa della Donna, Pisa))

Liana Borghi (Ass. Giardino dei Ciliegi)

Rachele Borghi (Univ. Paris 4)

Elena Bougleux (Univ. Bergamo)

Renato Busarello (Smaschieramenti)

Anna Camaiti Hostert (filosofa; visual studies)

Marta Capuano (psicoanalista)

Rossella Carbotti (Univ. Bologna/U.C. Berkeley)

Giovanna Covi (Univ. Trento)

Virginia Del Re (Ass. Casa della Donna, Pisa)

Chiara De Marino (psicosociodrammatista, Ass. Incontro)

Letizia Del Bubba (Ass. Centrodonna Evelina de Magistris)

Brunella Devoti (imprenditrice)

Kiki Franceschi (artista)

Gabriella Kuruvilla (artista e scrittrice)

Maria Mattei (Ass. Open)

Rosanna Mazzi (musicista)

Paola Meneganti (Ass. Centrodonna Evelina de Magistris)

Elvira Mujčić (scrittrice)

Valentina Musmeci (Ass. Falenablu, Trento)

Jelena Reinhardt (germanista)

Gertrud Schneider (Istituto di Cultura Italo-Tedesca, Livorno)

Bia Sarasini (direttrice Letterate Magazine)

Uta Treder (scrittrice, Univ. Perugia)

Paola Zaccaria (Univ. Bari)

e con

 

Cristina Cerbone, Laura Sergiampietri e Le Acrobate

 

Per informazioni e iscrizioni

Clotilde Barbarulli <barbarulli@tiscalinet.it>

e/o Liana Borghi <liborg@cosmos.it>

http//interculturadigenere.eu

 

 

PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestFacebooktwittergoogle_pluspinterest GRAZIE ♥
The following two tabs change content below.
La Società Italiana delle Letterate (SIL), fondata nel 1995, è costituita da circa duecento scrittrici, insegnanti, studiose di varie letterature, giornaliste, ricercatrici e operatrici culturali di diverse generazioni e provenienti da varie regioni. Siamo tutte naturalmente appassionate di libri e di storie e in quanto letterate ci consideriamo innanzi tutto lettrici.

Ultimi post di SIL - SOCIETÀ DELLE LETTERATE (vedi tutti)

Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.