Workshop Convegno 2022: 2 “Passione per sé e passione per l’altro”. Munro, Strout, Robinson e il nostro essere comune a cura Stefania Portaccio

PASSAPAROLA:
FacebooktwitterpinterestlinkedinmailFacebooktwitterpinterestlinkedinmail

Premessa 

Il canone ci impone un lavoro di continua traduzione. Dal neutro universale, in realtà dal maschile. In un mio scritto lo chiamo Le peripezie della lettrice

Ma, dopo la lezione di V. Woolf e di S. de Beauvoir  – la dipendenza, in tutte le declinazioni, del soggetto femmina dall’immaginario che lo immagina – nel secondo ‘900 e agli inizi di questo secolo succede davvero che un altro canone letterario sia possibile. Non alternativo, iscrivibile a pieno titolo – per la serenità degli intenti e l’altezza dei risultati – dentro il canone unico, ma che non richiede traduzione dal fintamente neutro, dal maschile

Proposta

Un percorso di lettura e di analisi di tre scrittrici che nutrono – almeno, questo è successo a me – la soggettività femminile. Il suo pensarsi, raccontandosi, universale, così come serenamente universale si pensa il soggetto maschile; il suo portare, da questa posizione conquistata, lo sguardo sul mondo. Non un altro mondo, ma un mondo guardato altrimenti. 

Alice Munro, Elizabeth Strout, Marylinne Robinson: la loro capacità di esprimere questo sguardo utilizzando con maestria la letteratura – lo stile la lingua la tecnica – ci rende felici in quel modo unico che è la felicità del leggere romanzi : un febbrile riconoscersi ma anche dilatarsi, stupirsi. 

Penserei di procedere con dei brani scelti da Casa di M. Robinson, da Nemico, amico, amante di A. Munro, e da Olive Kitteridge di E. Strout, che invierei alle partecipanti prima del primo incontro. 

Poi, poiché di laboratorio si tratta, il percorso si fa con i contributi che vengono da chi partecipa, ma il tema che guiderei all’emersione è quello della difficile, ostica, ma ineludibile combinazione di «passione per sé e passione per l’altro», secondo una bellissima definizione della compianta filosofa Elena Pulcini riguardo al soggetto donna.                  

Questo tema, come problema, è presente in tutti e tre le scrittrici, e leggere di come faccia parte del nostro essere comune ci fa …bene. 


Bibliografia

Alice Munro, Nemico amico amante, Einaudi 2003

Marylinne Robinson, Casa, Einaudi 2017

Elizabeth Strout, Olive Kitteridge, Fazi 2009

Elena Pulcini, Una dimora per le donne, prefazione a M.C. Barducci, Il velo e il coltello. L’aggressività femminile tra cura e cultura, la biblioteca di Vivarium, (2006) 2014. 

Quest’ultimo testo sarà fornito da Stefania Portaccio. 


Calendario

25 gennaio 2022 alle 17:30

8 febbraio (dopo le 17:00; orario da concordare con le partecipanti)

22 febbraio (dopo le 17:00; orario da concordare con le partecipanti)

Verrà utilizzata la piattaforma zoom.


per iscriversi societaletterate@gmail.com 

PUOI SEGUIRE LA SIL SU: FacebooktwitteryoutubeFacebooktwitteryoutube
PASSAPAROLA:
FacebooktwitterpinterestlinkedinmailFacebooktwitterpinterestlinkedinmail
Categorie
0 Comments
0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento